Il nostro Primo Visitatore

 

E' ben strano che un sedicente consulente d'azienda venga a farci visita con quasi quotidiana assiduità – tanto più che noi non ci siamo ! - ma tant'è. Puerilmente ci chiede di concedergli un frammento di quello spazio che talvolta lui stesso chiama mosaico , talaltra, invece, mosaico .

Se non intendiamo male la sua pur cauta incursione nel Serraglio del Verbo, con il suo flemmatico ricorso all'Indiscernibile allude a una parabola che però non osa... - ma tralasciamo. Ci ha chiesto di esibire una sua fotografia futura : e se il motto (lui: testardo senza testa ) ci ha fatto sorridere e indotti alla condiscendenza, il botto (sempre lui: petardo senza peto ) ci seduce a credere che mai costui varcherà la fatidica Soglia dello Spazio Tridimensionale (e si consideri l'azzardo! Candidamente ci confessa, in una ‘postilla' all'insolita questua, di non aver mai letto ma sempre però posseduto - Flatlandia).

 




Post Scriptum: la stessa certezza ci fu ispirata dallo stravagante documento che il nostro Primo Visitatore allegò ( sic! ) alla foto-tessera: come tale infatti l'abbiamo intesa: come un Passe-partout per quella Mensa Municipale che solo il Futuro – non fosse perennemente impedito dal sempre più lontano e mai-però-così-invadente Avvenire! – crederebbe forse di dover ripristinare.  

Post Scriptum : cosa significhi curriculum vitae lo abbiamo appreso da lui: ma abbiamo rettificato in corri-pericolo-a-vita . Il Lettore che volesse tornare sui suoi (non sui propri ) passi, si consideri perciò avvisato.

Post Scriptum 2 : il Visitatore lascia intendere che almeno in un caso abbiamo còlto nel segno: il Futuro, maschio, rude, peloso?, incontinente...mal tollera ormai l'interminabile toeletta dell'Avvenire: femmina, aggraziata, glabra?, castissima...Noi siamo con lui, cà va sans dire . E tu, Lettore? Hai già scelto - Tu?

Post Scriptum 3 : fra i ‘documenti' che il Visitatore assevera di aver ‘allegato', uno purtroppo si è allagato (la cantina in cui operiamo, cavata da un ipogeo che la stessa Persefone non oserebbe adibire a ripostiglio per i 1959,0617 fermacapelli ossidati dai suoi semestri ecumenici), e solo con grande fatica e non innocente immaginazione abbiamo potuto ricostruirlo: ecco perciò la nostra personalissima restitutio in integrum del suo tanto sospirato mosaico ! Non garantiamo, ovviamente, né per la verità né per la falsità delle sue affermazioni (fossero certamente false, almeno solleticherebbero la curiosità dei Commissariati: così c'è il rischio che si limitino a disturbare i tanti E FORSE TROPPI Ed. Al. Poe che oggi brandiscono, con la mano lasciata libera dall'Altra Tessera, anche la Penna: e che in forza di questa strepitosa – loro stessi però la chiamano: metamorfica - Vestigia della Zappa, compiono diurne e notturne e perciò diuturne scorribande per i Viali Laterali e i Vicoletti, là dove da sempre abitavano le Lucciole.

Che, come i Grilli, anche a causa di costoro han dovuto traslocare in Via dell'Estinzione. Noi che in cambio di una poppatina al nostro Show Rum siamo riusciti a carpire il loro nuovo numero civico...ebbene, noi quel Numero ce lo faremo pagare. Salato! Almeno quanto il Mar Morto.

P.S. aiutatelo. Voi che potete, aiutatelo. Sopperire , sovvenire - siano i vostri vecchi bastioni: gli unici in grado di tenere un individuo simile

•  fuori dalla Porta,

•  lontano dal Vicinato,

•  alla Larga da un Riva brulicante di vergini coi capelli bianchi e ninfomani ancora semicalve e col cranio mal solidificato dal sole,

•  sotto la Soglia che dà una pensione sociale alla chimica del'H2o



•  sopra la Ionosfera che allude al celeberrimo Yo? No espere , amigo... yo no tengo nada, nada de Nada (col che forse si allude a un vecchio 45 giri della bella Omonima, quarantacinque che com'è noto è esaurito da Millenni, anche perché la bella, di giri, ormai ne avrà corsi il doppio),

•  a lato di ogni Lato,

•  appena fuori dalla Tenda dove Mosè adunava il suo ruggente gregge, e dove oggi si infligge la Quarantena né prima né dopo, ma proprio durante il Deserto senza Manna di quell'agonizzante Risveglio che il più accanito Mascalzone dell'Evo Moderno ci ingiunse di salutare con la Preghiera del Mattino: la lettura del giornale ...


2010 © Copyright Roberto Morpurgo